il mondo con i posti visitati in viaggio

Sono Matteo, Cagliaritano del 1986.

Per un isolano aerei e navi sono mezzi comuni come una macchina o un treno.

Da quando sono piccolo ho viaggiato con la mia famiglia e poi su e giù per l’italia per sport, amici, lavoro, vita.

Nell’estate del 2009, in un periodo per me particolare, ho sentito il bisogno di allontanarmi dalla solita routine, facendo un viaggio all’estero. 2 anni prima ero stato a Parigi in compagnia ed era stato un viaggio da incubo. Questa volta non volevo tornare a casa con dei rimpianti e ho deciso di partire con me stesso.

Non da solo. Con me stesso.

Ho scelto una meta relativamente vicina ma che mi affascinava per il contesto a me così familiare: Euskal Herria, i Paesi Baschi.

Ho imbarcato la mia macchina in nave e sono arrivato a Barcellona. I tanti chilometri in macchina mi hanno consentito di stare bene, forse anche conoscermi meglio, ma soprattutto mi hanno reso libero di andare ovunque desiderassi, quando desiderassi, come desiderassi.

Viaggiare da solo è sempre stata una scelta per me, mai un ripiego con rimpianti.

Il 2010 è stato un anno di preparativi, per il viaggio da sempre sognato e ora possibile.

Ricordo ancora come descrissi a casa il viaggio del 2011: “devo andare in Russia… ma torno da Pechino… passo dalla Mongolia… faccio la Transiberiana da solo!”.

Al ritorno non avevo che da pensare al successivo viaggio.
Sono tornato in Asia (Korea del Nord, Viet Nam, Cambogia e Laos), ho visto centro e sud America (Messico, Cuba, Cile, Argentina, Bolivia e Peru), sono stato nella città più a sud (Ushuaia) e in quella più a nord (Longyearbyen), ho visto animali purtroppo in via d’estinzione e tanto ho ancora da fare e vedere.

Spesso mi sono sentito chiedere qual’è stato il posto più bello che ho visto, il viaggio migliore. E’ impossibile dare una risposta netta. Sicuramente uno è stato però fondamentale.

Al di là dei posti, al di là delle persone incontrate, al di là di tutto, la Transiberiana è il viaggio che mi ha cambiato la vita, perchè mi ha fatto capire che sarei potuto davvero andare ovunque senza nessun problema.

E così ho fatto e farò.

267

aerei

150

navi

73

treni

138

pullman